PRIVERNO. Area archeologica di Privernum

Sorry there has been a problem with your feed.

Area archeologica di Privernum

Priverno

L’area archeologica di Privernum si trova nella piana di Mezzagosto, lungo la vecchia statale, nel cuore della bassa Valle dell’Amaseno.
L’area attuale degli scavi occupa dodici ettari ma corrisponde solo in parte al territorio dell’antica Privernum che fu abitata dal II secolo a.C. al XIII secolo d.C.
Di epoca romana sono ben visibili un tratto della cinta muraria romana in opus incerta, un’opera idraulica (galleria) lunga vari metri che incanalava le acque del fiume, varie taberne, resti di un teatro e di due templi.
D’epoca medievale restano avanzi di mura e la basilica, edificio che dal VI al XIII secolo fu il centro della vita nella cittadina, dalla quale proviene l’affresco conservato al Museo di Fossanova.
Con gli scavi del ‘700 voluti dal Governo Pontificio e le altre campagne di scavo realizzate nel corso dell’Ottocento vennero alla luce templi, domus, terme e teatro e numerosi mosaici, decori ed oggetti d’uso quotidiano. Molti dei materiali rinvenuti sono stati trasportati a Roma e solo i pezzi più belli, tra cui una grande statua di Tiberio seduto, una testa in marmo e un busto dell’imperatore Claudio, sono conservati nei Musei Vaticani. Grazie a ricerche in ambito universitario, dagli anni Settanta del Novecento ci fu il ritorno dell’interesse attorno all’area archeologica. Dal 1991 sono state effettuate a più riprese campagne di scavo che hanno riportato alla luce reperti considerevoli, molti dei quali esposti nel Museo Archeologico.
Indirizzo: loc. Mezzagosto, SR 156 dei Monti Lepini, km 28.800 – Priverno (LT)
Telefono: Call Center 199 151 123 *servizio a pagamento
E-mail: musarchpriverno@libero.it

Vuoi segnalarci un itinerario?

Desideri promuovere un evento?

Hai notato un'emergenza archeologica o architettonica?

Contattaci!

14 + 2 =