Itinerari

“Il sentiero è una cicatrice di terra nel mezzo del mondo vegetale o minerale, in preda all’indifferenza del passaggio degli uomini.

Il suolo battuto dagli innumerevoli passi impressi per un’infima frazione di tempo è un segno di umanità”

(Le Breton, Camminare. Elogio dei sentieri e della lentezza, Roma, Edizioni dei cammini, p. 36)

ITINERARI


RISCOPRIRE LENTAMENTE UN TERRITORIO SORPRENDENTE

La Valle dell’Amaseno, grazie alla sua particolare struttura morfologica e alle condizioni climatiche favorevoli, si configura come un territorio prevalentemente rurale circondato da ampie aree boschive e riserve naturali protette che conserva i caratteri originari del paesaggio storico e fa emergere con insistenza il suo ricco patrimonio.
Gli itinerari ecursionistici e quelli cicloturistici sono la modalità ideale per conoscere questo territorio, per salvaguardarlo e monitorarlo costantemente. Ci consentono di tenere traccia delle trasformazioni paesaggistiche e di rinnovare il complesso e prezioso legame tra l’uomo e l’ambiente naturale.
In questa sezione e in quella delle mappe interattive, troverai diversi itinerari che hanno lo scopo di promuovere i borghi della Valle e il territorio circostante e incentivare la cultura della mobilità sostenibile tra la popolazione locale e tra i viaggiatori che desiderano godere di paesaggi mozzafiato, percorrere sentieri e rotte insolite, scovare resti archeologici celati tra i massicci calcarei, passeggiare tra gli stretti vicoli storici e tra caretteristiche architetture che solo la cultura del camminare e del movimento lento può offrire.
Il nostro obiettivo è tornare ad attraversare la Valle a piedi o in bicicletta, ripercorrere i passi di coloro che ci hanno preceduto e che sono rimasti particolarmente meravigliati e affascinati dai paesaggi naturalistici e antropici che la Valle offre al viaggiatore.
Gli itinerari progettati si snodano in un contesto paesaggistico che coniuga le aree protette dalla ricca biodiversità floristica e faunistica con il patrimonio archeologico e culturale; essi vantano la presenza di un’elevata qualità e diversità paesaggistica, radicate tradizioni locali e l’esistenza di un retaggio storico culturale e identitario di rilievo. I tracciati ripercorrono le strade di vecchi tratturi (antiche vie pastorali di comunicazione tra i pascoli estivi e quelli invernali), mulattiere (destinate al transito degli animali da soma), carrarecce (vecchi tracciati percorribili con carri trainati), di antichi itinerari religiosi (ad esempio la via Francigena del Sud) e delle strade interpoderali.
Il progetto è volto a promuovere la mobilità sostenibile, quindi, potrai effettuare ogni itinerario senza l’utilizzo dell’automobile e i luoghi potranno essere raggiunti comodamente con la ferrovia o con pullman Cotral con i quali potersi muovere da un centro storico ad un altro e pianificare gli itinerari e la visita al patrimonio culturale in piena autonomia e nel rispetto dell’ambiente naturale.
Per ogni itinerario è disponibile una traccia in formato gpx scaricabile sul proprio pc e una carta turistica da portare sempre con sé durante il viaggio (se dovessi non trovarla è perché la stiamo ancora preparando!).
Ricordati che il tuo contributo è prezioso, se vuoi segnalarci un nuovo itinerario o vuoi segnalare un punto di interesse o un’attività ricettiva o commerciale potenzialmente utile al viaggiatore scrivici!
È molto importante per noi venire a conoscenza di eventuali emergenze archeologiche o architettoniche per poter avviare un’azione di tutela e valorizzazione. Aspettiamo le tue segnalazioni!

IMPORTANTE

Gli itinerari realizzati sono stati definiti sulla base di una classificazione standard elaborata dal Club Alpino Italiano.
Le ulteriori informazioni sui tempi di percorrenza, sul grado di difficoltà, sul dislivello e sulla lunghezza sono da ritenersi indicative e soggette a variazioni a seconda delle capacità tecniche e del livello di allenamento di ognuno. Si declina ogni responsabilità per eventuali danni a persone o cose derivati dalla fruizione di un percorso pubblicato sul presente portale web.
Le tracce degli itinerari che ti mettiamo a disposizione non sono assolutamente da sostituire alla carta topografica o agli specifici strumenti di orientamento (ti potrebbe essere molto utile una bussola da orienteering). In nessun caso si risponde dell’esattezza delle tracce GPS scaricabili dal sito né dei danni che ne possano derivare ai viaggiatori che decideranno di farne uso. È importante sapere che le tracce in formato gpx restituiscono un margine di errore (generalmente sotto i 10 metri) che dipende dalla precisione dello strumento GPS nel momento del rilievo e dalla precisione del tuo dispositivo nel momento di utilizzo (varia in corrispondenza della copertura forestale).
Al viaggiatore è richiesto un profondo rispetto dei luoghi che visita, della biodiversità, della flora e della fauna nonché di tutte le strutture messe a disposizione (aree pic-nic, segnaletica, cartellonistica, sorgenti e fonti d’acqua potabile ect.). Aderiamo ai suggerimenti dell’UNWTO, Organizzazione Mondiale del Turismo e al suo comitato mondiale per l’Etica del turismo, organo imparziale responsabile dell’interpretazione e dell’applicazione delle misure del Codice Globale dell’Etica del Turismo.
Eccoti un prezioso approfondimento!
CODICE MONDIALE DEL TURISMO

Itinerari naturalistici

SCOPRI

Itinerari culturali

  • Itinerari culturali
SCOPRI

Cicloturismo

SCOPRI

Vuoi segnalarci un itinerario?

Desideri promuovere un evento?

Hai notato un'emergenza archeologica o architettonica?

Contattaci!

6 + 5 =